Internet Explorer: aumenta la paura

La vulnerabilità zero day mette a rischio la sicurezza del browser di casa Microsoft. Pericolosi exploit sono già in circolazione.

Nel Secunia Advisory distribuito dalla società pochi giorni fa veniva descritta di livello Estremamente critico. E oggi la falla che ha investito Internet Explorer è ancora al centro delle attenzione per la sua pericolosità.

Infatti il baco riscontrato nei giorni scorsi nel codice del browser Microsoft pare sia stato già sfruttato e che alcuni malintenzionati abbiano anche già iniziato a diffondere pericolosi exploit.

La vulnerabilità zero day di Internet Explorer è causata da un errore di buffer overflow all’interno della libreria Vml (Vector Markup Language) di Windows. La falla può essere sfruttata du un cracker per generare codice da remoto.

In attesa della patch, che Microsoft dovrebbe rilasciare il prossimo 10 ottobre, si consiglia agli utenti di porre molta attenzione alle e-mail contenenti link Html, evitare la navigazione su siti sconosciuti e, ai più pratici, di disattivare la libreria Vml.

Post (forse) correlati:

    Nessun post correlato

Condividi questo articolo:

  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Ping.fm
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Wikio
  • MySpace
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • Live
  • MSN Reporter
  • Netvibes
  • PDF
  • email
settembre 21st, 2006 @ 05:49 PM • Classificato in NEWS • Tags: , Nessun commento

Nessun commento

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento

Tutti i contenuti di Neffscape sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo Creative Commons Attribution non commercial share alike 3.0.
• Neffscape è un sito pensato, creato e mantenuto da Marco Boneff