Konqueror come browser web… nonostante GNOME

Ma perchè Konqueror e GNOME devono per forza essere nemici? La convivenza multiculturale non è apprezzata nel mondo di GNU/Linux?

In questi giorni si è parlato parecchio di alternative al classico Firefox, sicuramente un ottimo browser opensource ma non di certo nè l’unica nè LA soluzione migliore per qualsiasi uso si voglia fare del web. In questi giorni mi sono deciso a provare diversi browser, da epiphany a galeon, passando per opera fino ad arrivare a Konqueror.

E qui molti storceranno il naso: “ma come, Konqueror su gnome ?”, “ma come, installi le qt solo per avere konqueror?”
In realtà NO. :) ho da tempo installato sulla mia linux box alcuni dei programmi di KDE che ritengo superiori (inkscape Scribus è già di per se un ottimo motivo per installare le QT, ma sono profondamente e segretamente innamorato anche di KPDF) quindi per me installare anche Konqueror non è stato un passo sofferto… dopotutto a parer mio sarebbe peccato rinunciare a questo filemanager/webbrowser/ftpclient/(ecc ecc ecc) solo perchè non corrisponde politicamente alla via che ci siamo prescelti.

Ma veniamo al dunque: perchè mai konqueror come browser web?

Ebbene, ci sono almeno 3 buoni motivi per sceglierlo ed usarlo in alternativa ad altri browser, ma io ne indicherò 5 ;) :

1) leggerezza: Konqueror è di gran lunga il browser che occupa meno spazio in RAM tra quelli che ho provato.
2) usa KHTML, la rendering engine più aderente agli standard w3c
3) è potente, e una volta configurato risulta davvero ottimo
4) è reattivo (si può precaricare all’avvio) e conseguentemente godurioso da usare
5) ha funzioni assolutamente ineguagliate, che possono essere veramente utili nel mondo del Web 2.0

Ciò che mi ha spinto inizialmente alla ricerca di un browser alternativo è l’uso spropositato che Firefox fa della RAM. Sono d’accordo: un grande potere necessita (non me ne voglia l’Uomo Ragno) di RAM, ma quando su un computer utilizziamo già compiz, una marea di applicazioni che restano aperte nel system tray (mi spiace, ma non posso rinunciare ad avere perennemente aperto Gaim, Skype e Liferea!!) di certo la ram che il vostro browser mette da parte per il proprio uso personale vi darà fastidio!

Ecco perchè prima di tutto ho deciso di provare browser che non fanno uso di Gecko, il motore di mozilla. Questo mi ha portato verso KHTML e l’unico browser che attualmente permette di usarlo in ambiente linux, ovvero… Konqueror.
Successivamente ho scoperto che era possibile precaricarlo all’avvio di GNOME, risparmiando qundi tempo ogni volta che lo avviavo se questa funzione vi interessa aprite “sessioni” dal vostro menu “Sistema>Preferenze” (in ubuntu), aggiungete un nuovo programma all’avvio inserendo il comando

konqueror --preload

Scoprirete che usare questa funzione non sacrificherà eccessivamente la vostra RAM durante l’inattività del browser, ma renderà il vostro browser più reattivo.

Konqueror è davvero potente ed unico nel suo genere. Da solo può essere un file manager, un client ftp tra i più intuitivi, e un browser con i controcazzi, parola. Gli unici problemi che possono far storcere il naso sono alcune terminologie che Konqueror si porta dietro (ovviamente) da KDE, la scarsa integrazione con GNOME e… l’ergonomia, che a volte fa veramente passare la voglia di usare quest’applicazione. Ma tenete duro. In molti casi Konqueror può aiutarvi nei vostri lavori quotidiani.

Si, non posso dirvi che in assoluto Konqueror rappresenta la migliore soluzione per qualsiasi tipo di uso del web. Certo è però che averlo al proprio fianco quando si deve lavorare con internet è veramente comodo. La killer feature di Konqueror è senz’ombra di dubbio la possibilità di usare i riquadri. No, non vi sto riportando ai tempi di IE4, quando iniziavano a comparire i primi browser che supportavano i frames. I riquadri sono una funzione di Konqueror che vi permette di suddividere la finestra del vostro browser in più “porzioni” all’interno delle quali potete caricare diverse pagine web.

Forse non ci avete mai pensato ma questa funzione rivoluzionerà completamente il vostro modo di usare il web. La possibilità per esempio di poter salvare sessioni di Konqueror salvando anche la disposizione dei vostri riquadri, vi permetterà di utilizzare al meglio i servizi oggi offerti dal web. Guardate ad esempio questo PIM/Organizer, ottenuto integrando i diversi servizi offerti da Google (cliccate sopra l’immagine per ingrandirla)

Konqueror PIM

Siete dei webmaster o autori di blog? Beh, allora sicuramente sarete felici di poter visualizzare contemporaneamente sia il backend che il front-end del vostro sito, in modo da visualizzare più comodamente le modifiche nonappena le applicate! (cliccate sull’immagine per ingrandire)

lavorando su Neffscape (clicca per ingrandire)

Insomma, con questa funzione di Konqueror potrete operare sul web in maniera molto più integrata che con qualsiasi altro browser. Notevole no? Io non uso Konqueror per qualsiasi tipo di lavoro. Succede però di doversi ritrovare a lavorare o a monitorare più siti web contemporaneamente, o di dover lavorare su siti interattivi che si amministrano da web. Ebben per queste operazioni Konqueror è davvero insuperabile e non farne uso semplicemente perchè si tratta di un’applicazione KDE quando voi state usando GNOME non è una scusa sufficiente per perdersi questo ben di dio.

Ma la funzione riquadro non è l’unica funzione di Konqueror. Ugualmente utile può risultare la funzione FTP di Konqueror, che naturalmente può essere ulteriormente ampliata dall’uso in accoppiata con i Riquadri. Pensate ad esempio di dover copiare files da un account ftp ad un altro account ftp: quello che succede solitamente è che dovete dapprima copiare tutto sul vostro desktop e poi effettuare un upload dal vostro desktop al secondo account FTP. Con Konqueror è tutto molto molto più semplice. Trascinate semplicemente un file tra un riquadro all’altro, e avrete il vostro trasferimento da FTP a FTP senza passi intermedi. Comodissimo!

ftp2ftp una delle funzioni più utili di Konqueror (cliccate sull'immagine per ingradire)

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui vi consiglio di non gettare stupidamente via una grande opportunità come quella che vi si presenta. Nessuno vi vieta di installare applicazioni KDE in parallelo a GNOME e anche se i puristi storceranno il naso prendere il meglio dai due mondi è senz’altro il modo migliore di affrontare e godere del software libero!

Konqueror è dunque un programma da avere installato, sia che stiate usando KDE, sia che stiate usando GNOME o qualsiasi altro Desktop Environment. Privarsene è semplicemente come prendere un martello e picchiarselo sui coglioni :P .
Rendo l’idea? Ehehe, scusate la grezzaggine, oggi non sono in vena di finezze :P


Post (forse) correlati:

    Nessun post correlato

Condividi questo articolo:

  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Ping.fm
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Wikio
  • MySpace
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • Live
  • MSN Reporter
  • Netvibes
  • PDF
  • email
aprile 25th, 2007 @ 01:17 AM • Classificato in IMHO • Tags: , , , commenti [10]

10 commenti

MauroNo Gravatar said,

Commento • aprile 25, 2007 @ 7:26 am

Ma inkscape non è in GTK????

Rispondi

NeffNo Gravatar said,

Commento • aprile 25, 2007 @ 12:39 pm

Hai ragione, in realtà ho pensato ad una cosa e ne ho scritta un’altra! Intendevo Scribus non Inkscape! Uso scribus tantissimo, sia per creare brochures informative per la mia associazione, sia per impaginare diversi documenti per l’università. Devo dire che fa la differenza, ecco perchè non posso più farne a meno. Inkscape è invece un programma GTK per grafica vettoriale. Chiedo scusa per l’errore, ma se guardate l’ora di pubblicazione di questo articolo….

Rispondi

4ngelusNo Gravatar said,

Commento • aprile 25, 2007 @ 12:54 pm

Molti disprezzano in buon Konqueror, ma per me è uno strumento indispensabile visto e considerato che, ergonomia a parte, è una delle applicazioni più funzionali che abbia provato.
Per non parlare di KHTML che è veramente un ottimo motore. Quindi non posso che essere d’accordo con il tuo post.

Rispondi

free penguinNo Gravatar said,

Commento • aprile 26, 2007 @ 3:59 pm

Ciao sono andrea il web-master di http://www.freeepenguin.135.it
ho visto il tuo spazio e mi piace molto,
ti va di linkarci?

Free Penguin

Rispondi

NeffNo Gravatar said,

Commento • aprile 26, 2007 @ 6:59 pm

@Free Penguin:
Fatto ;)

Rispondi

zeroaudienceNo Gravatar said,

Commento • aprile 27, 2007 @ 2:12 am

mi hai convinto, installato.. ma come farò senza addons? :D

Rispondi

NeffNo Gravatar said,

Commento • aprile 27, 2007 @ 3:17 am

eheheh… ci farai l’abitudine! In realtà come ho detto Konqueror non è in assoluto la migliore soluzione qualsiasi cosa si stia facendo. Io lo uso soprattutto quando devo fare qualcosa di più che navigare. Se uso internet solo per leggere, documentarmi, guardare video ecc, preferisco usare epiphany, il mio secondo amore. Konqueror lo uso quando scrivo, quando uso un certo tipo di servizi online o quando devo lavorare su di un sito interattivo.
Scoprirai che alla fine non hai bisogno di tutte le addons, konqueror ne integra già parecchie (adblock ad esempio è già incluso, così come la barra di ricerca integrata di google). Ah, giusto. Se come me a suo tempo vi state chiedendo “ma come cazzo si salva una pagina come homepage?” abbandonate ogni logica umana (io sarei entrato in preferenze e avrei cercato “pagina inziale*, voi no?) e fate come vi dico: dal menù “settings” scegliete la seconda opzione “Save view profile web browsing”. Questo “fotograferà” lo stato del vostro browser, memorizzando pagina visitata e disposizione dei riquadri… comodo no?

Rispondi

DoxaliberNo Gravatar said,

Commento • aprile 27, 2007 @ 1:00 pm

Mi hai fatto venire voglia di usare konqueror! :-D

Rispondi

..zEUz..No Gravatar said,

Commento • giugno 13, 2007 @ 8:36 pm

Sono inciampato per caso sul tuo post, e condivido in linea di principio quell che dici. E proprio questo il vantaggio del Software Libero. Le alternative non si escludono, e vale la pena di scegliersi lo strumento piu’ adatto alle sue esigenze.Stavo cercando ironicamente un browser per le gtk che usa KHTML per poter vedere i risultati di questultima sui miei siti. Avevo abandonato molti anni  fà il KDE, quando Konqueror ancora non era tutto stò gran che ..Infatti le funzioni delle quali parli, come i riquadri, Opera già ai tempi celi aveva (almeno in maniera simile, ha le finestre interne).Mi hai incuriosito, darò un altro sguardo a Konqueror. Interessante anche la possibilità FTP a copiare da remoto a remoto, penso che a parte mc e difficile a trovare in un client ftp.

Rispondi

LucoNo Gravatar said,

Commento • agosto 14, 2009 @ 11:27 am

Ottimo articolo ;)

Anche secondo me le battaglie tra Gnome e KDE dovrebbero essere solamente più costruttive.

Rispondi

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento

Tutti i contenuti di Neffscape sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo Creative Commons Attribution non commercial share alike 3.0.
• Neffscape è un sito pensato, creato e mantenuto da Marco Boneff