Ottenere un desktop 100% Neffoso

Ecco cosa otterrete se seguirete questo breve Howto

Nel mio post precedente ho parlato di alcuni valori per me molto importanti quando si parla di interfacce grafiche. Ricerca dello Zen Grafico non è cosa semplice ed è per questo probabilmente che mi ritrovo così di frequente con le mani nel gestore dei temi di gnome. Recentemente, tuttavia, credo di essere giunto ad una significativa milestone, questo grazie anche alla venuta del mitico tema Oxygen per GNOME di cui ho parlato recentemente e del nuovo tema Clearlooks di Cimi, che fa veramente faville. In questo post – senza voler risultare troppo presuntuoso – voglio presentarvi i risultati della mia costante ricerca e spiegarvi come potete fare per ottenere un desktop Neffoso al 100%. Se siete d’accordo inizio subito, seguitemi.

 

HowTo 4 “intermediate niubbs” (la distro di riferimento è come sempre ubuntu 7.04): ottenere un desktop Neffoso in pochi semplici passi:

Step 0: compratevi una birra e mettetevela in frigo

Step 1: scaricamento e installazione delle componenti

1) Installare (se ancora non l’avete) il nuovo gtk 2 engines, che contiene la nuova versione di Clearlooks di Cimi). Al momento è disponibile una versione del nuovo Gtk engines nel pollyrepo di felipe. Seguite le sue istruzioni per installare il repository e una volta terminata l’operazione digitate in un terminale

sudo apt-get update

e

sudo apt-get install gtk2-engines

ATTENZIONE: una volta installato il repository di Felipe è molto probabile che Feisty comincerà a segnalarvi numerosi aggiornamenti. Sappiate che le versioni dei programmi incluse nel repository di felipe sono dei backports da Gutsy e sono dunque instabili. Ciò significa che nella stragrande maggioranza dei casi i pacchetti installati da questo repository funzionaranno, ma non essendo profondamente testati potrebbero verificarsi dei problemi. Usate il pollyrepo con cautela e se non volete rischiare troppo non eseguite gli aggiornamenti proposti da feisty e subito dopo aver installato gtk2-engines disabilitate il repository commentando le stringhe che si riferiscono al pollyrepo nel vostro /etc/apt/sources.list. Disattivando il repository scompariranno anche gli avvisi di aggiornamento di ubuntu, e tornerete ad una situazione di “stabilità”.

2) Scaricare il tema di icone Oxygen Refit (metto a disposizione qui una versione di questo tema leggermente modificata (icona firefox al suo posto e “piedino” classico come simbolo dei menù)
Se preferite la versione “originale” scaricatela qui

3) Scaricare da qui il tema metacity Aqua Advanced-R

4) Scaricare lo sfondo che vi metto a disposizione qui

5) Scaricare qui i background semitrasparenti per i pannelli da me creati (decomprimete il tarball e salvate le due immagini nella vostra home)

6) Assemblaggio delle componenti: aprite il gestore dei temi di gnome (Sistema > Preferenze > Tema), cliccate sul pulsante “installa tema” e installate il tema di icone Oxygen Refit e il tema metacity “Aqua advanced”
A questo punto cliccate su “personalizza” e selezionate “Clearlooks” come tema per i controlli, Aqua-Advanced-R come tema per ilo bordo finestra e Oxygen Refit come tema di icone.

Step 2: configurazione

1) Prima di chiudere la finestra “Dettagli tema” cliccate sulla linguetta Colori e impostate lo schema come segue

Finestre
(sfondo): #E7EBF2
(testo): #272727

Riquadri di input
(sfondo): #FFFFFF
(testo): #272727

Elementi Selezionati
(sfondo): #4784D0
(testo): #FFFFFF

Chiudete dunque la finestra “Dettagli tema” e nella finestra “Preferenze del tema” cliccate sul tasto “Salva Tema” (potete chiamare il tema come volete)

Step 3: Impostare le ombreggiature in compiz (sempre che abbiate ancora la versione originale 0.3.6 inclusa in ubuntu):

1) premete alt+F2 e digitate nel campo gconf-editor (se non l’avete installato digitate nel campo testo gksudo apt-get install gconf-editor) e navigando nelle directories raggiungete la seguente posizione: apps > compiz > plugins > decoration > allscreens > options; quindi impostate agendo nel riquadro destro i seguenti valori

shadow color: #000000ff
shadow_offset_x: 4
shadow_offset_y: 3
shadow_opacity: 0.2
shadow_radius: 8.1

Step 4: Ultimi ritocchi

1) Applicate lo sfondo che vi ho messo a disposizione

2) cliccate col tasto destro su ciascun pannello e selezionate dal menù contestuale la voce “proprietà”. Cliccate dunque sulla scheda “Sfondo” e selezionate l’ultima voce “Immagine di sfondo”. Selezionate per il pannello superiore l’immagine transparent-panel-inverted.png e per il pannello inferiore l’immagine transparent-panel.png che avete salvato nella vostra home.

3) Chiudete le due finestre, alzatevi dalla sedia e andate a prendere la birra. Sorseggiatela rimirando il vostro nuovo desktop!


Post (forse) correlati:

    Nessun post correlato

Condividi questo articolo:

  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Ping.fm
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Wikio
  • MySpace
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • Live
  • MSN Reporter
  • Netvibes
  • PDF
  • email
agosto 30th, 2007 @ 02:30 PM • Classificato in ARTWORK, GUIDE • Tags: , , , commenti [18]

18 commenti

freedreamerNo Gravatar said,

Commento • agosto 30, 2007 @ 4:00 pm

bellino,non mi installa il tuo tema icone moddato però.

Rispondi

NeffNo Gravatar said,

Commento • agosto 30, 2007 @ 4:04 pm

Azz.. rimedio subito…

Rispondi

NeffNo Gravatar said,

Commento • agosto 30, 2007 @ 4:18 pm

Ok adesso dovrebbe essere a posto

Rispondi

55dslNo Gravatar said,

Commento • agosto 30, 2007 @ 5:57 pm

no continua a dare errore nell’installazione del pacchetto icone

Rispondi

ubuntufacileNo Gravatar said,

Commento • agosto 30, 2007 @ 6:57 pm

complimenti per il tuo blog ho seguito la tua guida su oxigen davvero ben fatta.
vorrei mettere un link del tuo blog nel mio, se vuoi puoi metterne uno sul tuo, il mio indirizzo blog:

ubuntufacile.blogspot.com

ciao fammi sapere se ti posso linkare.

Rispondi

NeffNo Gravatar said,

Commento • agosto 30, 2007 @ 9:30 pm

@ubuntufacile

Fai pure, io ricambierò ;)

Rispondi

maiosyetNo Gravatar said,

Commento • agosto 31, 2007 @ 12:39 am

Fiqo, braf :)

Rispondi

SimoneNo Gravatar said,

Commento • agosto 31, 2007 @ 12:45 am

Non funge nessuno dei due set di icone postati (Originali e Moddati).
:)

Rispondi

marsNo Gravatar said,

Commento • agosto 31, 2007 @ 10:59 am

Io ho installato correttamente le icone originali dal repo deb messo a disposizione dai creatori (http://download.tuxfamily.org/oxygenrefit/README). Mentre le icone moddate vanno in errore. Anyway, bella combinazione grafica: inizialmente le icone Oxygen non mi piacevano molto, però con i tuoi tweak risultano molto più gradevoli. Penso che continuerò ad utilizzare questo tema.

Rispondi

alexunilNo Gravatar said,

Commento • agosto 31, 2007 @ 12:02 pm

Davvero complimenti, è davvero bello!!!!
le icone moddate non le ho ancora provate, ma le originali vanno benissimo, ora provo le altre, comunque ancora complimenti

Rispondi

DavideNo Gravatar said,

Commento • agosto 31, 2007 @ 2:03 pm

Molto bello però ho un problema. Prima ho messo le icone originali e andavano, poi però non mi piaceva la storia di Firefox e ho scaricato le tue ma mi danno errore. Provo a rimettere le originali ma mi danno errore anche quelle adesso. Cosa devo fare?

Rispondi

NeffNo Gravatar said,

Commento • settembre 1, 2007 @ 4:29 am

davide, entra nella tua home e naviga all’interno della directory .icons (è nascosta, per vederla premi in nautilusa ctrl+h) dopodichè sostituisci il contenuto della cartella “Oxygen Refit” con il contenuto del tarball modificato)

@ tutti

non ho ancora capito perchè il mio pacchetto non funzia, purtroppo a dire il vero (come leggete dal mio ultimo post) ho avuto grane ben peggiori (e tutt’ora la lettera “a” è il risultato di un copia-incolla). Fixerò il problema appena riesco.
Nel frattempo sappiate che probabilmente il mio pacchetto è davvero malfunzionante, ma quello originale preso da gnome-look funziona di sicuro, se non va è perché forse avete tentato di installare prima il mio pacchetto.

(come certamente si è notato) non sono un esperto di queste cose, comunque in teoria se decomprimete il mio pacchetto e copiate il suo contenuto in ~/.icons dovreste ottenere un risultato funzionante. Non è il massimo ma provate, poi mi fate sapere. In ogni caso come detto nel mio pacchetto a cambiare è soltanto l’icona di FF (non mi piace che il set sostituisca il logo ufficiale con quello di konqueror…) e il “distributor logo” che ho voluto riportare alle sue originali fattezze di “piedino nero” nudo e crudo. Il cubetto rosso non c’entra niente nemmeno col tema oxygen, mi chiedo perchè l’abbiano introdotto…

scusate se in questi giorni latiterò forse un po’ dai commenti, sono sotto esami e tra le altre cose di cui mi sto occupando sto anche cercando di trovare una tastiera per il portatile). vi terrò comunque aggiornati! grazie a tutti per la partecipazione, siete grandi!

Rispondi

flavioNo Gravatar said,

Commento • settembre 1, 2007 @ 5:02 pm

ciao ok e grazie per tuoi consigli bevuto una gioconda ( come si dice qui a venezia) scusa aprofitto per piccolo aiuto per cambiare il piedone su a sinistra e metterci per es il logo di ubuntu come se fa ????
ciao e grazie ancora

Rispondi

Miss Ubuntu, permette questo Tango? « Il blog di Andrea Lazzarotto said,

Pingback • settembre 5, 2007 @ 10:29 am

[...] Potevo quindi esimermi dal presentarvi il risultato e scrivere un tutorial come quelli fatti ad esempio da Lauri Taimila o Marco Boneff? Potevo potevo… [...]

MarcoNo Gravatar said,

Commento • settembre 19, 2007 @ 1:19 pm

Complimenti! Ho seguito la guida e il risultato è proprio bello ;)
Grazie!

Rispondi

NeffNo Gravatar said,

Commento • settembre 19, 2007 @ 8:51 pm

@Flavio

Scusami se non ti ho risposto prima, tra una cosa e l’altra me ne ero dimenticato… comunque se ancora segui questo post, sappi che per cambiare il distributor logo non c’è una soluzione “veloce”. Devi procurarti l’immagine del logo che vuoi usare (ad esempio quello di ubuntu) e sostituirlo al piedone in ciascuna delle cartelle del tema (lo trovi in ~/.icons). Spero di esserti stato d’aiuto e scusa il ritardo nella risposta

Rispondi

FabioNo Gravatar said,

Commento • gennaio 14, 2008 @ 6:54 pm

Perché applicando le modifiche da te suggerite mi scompaiono le icone dell’interfaccia di Word, Foglio elettronico e gli altri programmi OpenOffice: c’è un modo per risolvere questo problema?
Grazie.

Rispondi

FabioNo Gravatar said,

Commento • gennaio 14, 2008 @ 7:03 pm

Ho risolto riavviando Quickstart OpenOffice.
Grazie lo stesso

Rispondi

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento

Tutti i contenuti di Neffscape sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo Creative Commons Attribution non commercial share alike 3.0.
• Neffscape è un sito pensato, creato e mantenuto da Marco Boneff