Rhythmbox 0.11.0 impacchettato per ubuntu feisty

Ho appena finito di scrivere che ho eletto Exaile! mio player predefinito che mi accorgo che in realtà alcune funzioni che credevo funzionassero sono ancora li in modalità “spaventapassero” ovvero si vedono ma non fungono. Cosi mentre apro Tilda e digito “sudo apt-get install rhythmbox” scuotendo la testa, non posso fare a meno di chiedermi cosa cavolo stia passando per i cervellini degli sviluppatori di Exaile. Vabbè! (sospiro) torniamo a Rhythmbox!

Vengo subito sorpreso da un alito di sconforto nonappena comparsa la finestra principale noto le orribili icone stile “old-gnome” che contraddistinguono questo storico player per linux ma che, dato l’aspetto, sembra ormai “vetusto nell’anima”. Il problema è che Rhythmbox è a tuttoggi il player per gnome più affidabile e completo tra tutti quelli in circolazione. Con la sua interfaccia grafica non certo originalissima ma sicuramente funzionale e collaudata, il suo supporto a numerose plugin che ne estendono le funzionalità (ottima per altro quella che abilita la condivisione DAAP, per condividere la propria musica e renderla “ascoltabile” da tutti gli utenti collegati alla LAN, proprio come fa iTunes) e il suo pieno supporto alla masterizzazione, al “rippaggio”, e ai dispositivi esterni come l’ipod, Rhythmbox è di certo una soluzione integrata per chi proveniendo da iTunes su mac o windows cerca un valido corrispettivo per linux.

Si, non c’è un altro player che mi sentirei di consigliare ad un neo-pinguinato, d’altronde le alternative non sono ancora pronte a sostenere il confronto.
Al progettista della GUI di Listen, ad esempio, dovrebbero cavare gli occhi per contrappasso, ed è un peccato perchè Listen si comporta molto bene e potrei anche decidere di usarlo un giorno se solo non fosse così brutto! Stendiamo poi un velo pietoso su banshee, un player che pur sorvolando sul fatto che è fatto in mono, manca di funzionalità basilari come il supporto alle playlist: si rifiuta persino di leggerle dall’ipod quando lo collego alla vogliosa USB. Songbird è sicuramente un progetto interessante, ma è a dir poco goloso di RAM: un difetto che sembra ahimè aver ereditato dal cugino Firefox.

Per la verità anche Rythmbox non è esente da bug o comportamenti strani che legittimano qualche sospetto: certe caratteristiche di questo player infatti non mi hanno mai convinto al 100%. In primo luogo non ho mai ben capito perchè il noto player per GNOME faccia così fatica a distinguere in fase di importazione i files musicali da quelli palesemente cottraddistinti da un MIME Type diverso. Secondariamente mi chiedo perchè Ryhtmbox non permetta l’esportazione diretta delle playlist sui dispositivi esterni. Purtroppo a tutt’oggi non è infatti possibile creare playlist su player come l’ipod direttamente da Rhythmbox. Un vero peccato, basterebbe così poco!

Ad ogni buon conto, tutto sommato, Rhythmbox resta la soluzione più affidabile se cercate un player completo e facile da usare per GNOME. rhythmbox.png
Per fortuna, sia ringraziato il cielo, sembra che gli sviluppatori si siano accorti degli evidenti handicap estetici del loro player, e hanno cominiciato a correre ai ripari, fornendogli un nuovo tema di icone (vedi immagine a sinistra) e un nuovo logo, non particolarmente originale (ma non somiglia un po’ troppo a quello di Listen?) ma sicuramente migliore di quello vecchio.

La buona notizia è che non dovrete aspettare una nuova release stabile di Rhythmbox per approfittare di questi miglioramenti che vanno ovviamente a sommarsi alcune migliorie apportate al suo codice codice e alle sue funzionalità.

Potete scaricare il pacchetto di Rhythmbox 0.11.0 SVN (versione di sviluppo) per ubuntu feisty direttamente da QUI. Buon ascolto!


Post (forse) correlati:

    Nessun post correlato

Condividi questo articolo:

  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • Ping.fm
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Wikio
  • MySpace
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • Live
  • MSN Reporter
  • Netvibes
  • PDF
  • email
maggio 30th, 2007 @ 03:39 PM • Classificato in NEWS • Tags: , , , , commenti [3]

3 commenti

freedreamerNo Gravatar said,

Commento • maggio 30, 2007 @ 4:22 pm

Bell’articolo..Purtroppo ne ho provati anke io di player ma nessuno mi soddisfa pienamente su gnome : Amarok anke se nativo KDE è davvero il Top e molte persone lo preferiscono , pur rinunciando ad una migliore integrazione.Per ora uso exaile ma non è ancora completo come dici tu e ,IMHO  bisognerebbe rifare l’interfaccia perchè fa un po’ pena il metodo a tab che usano.staremo a vedere… complimenti x il blog.

Rispondi

NeffNo Gravatar said,

Commento • maggio 30, 2007 @ 4:32 pm

eh freedreamer! Purtroppo le tab verticali ci perseguiteranno per sempre mi sa! Anche amarok le usa e infatti… amarok in quanto ad usabilità per il momento fa pena!Comunque Rhythmbox non si sta comportando male sul mio PC, quindi per il momento rimango con lui. Speriamo che quelli di Exaile si diano una mossa! :) Grazie per i complimenti e a presto! 

Rispondi

freedreamerNo Gravatar said,

Commento • maggio 30, 2007 @ 10:37 pm

maledetto sistema a tab!!! cmq x ora userò exaile che ritengo il meno peggio :) naturalmente versione svn sperando che qlc si muova …. 

Rispondi

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento

Tutti i contenuti di Neffscape sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo Creative Commons Attribution non commercial share alike 3.0.
• Neffscape è un sito pensato, creato e mantenuto da Marco Boneff