Thunderbird 3, la prova su strada

tb3

Chi da voi mi conosce da tempo, sa quanto sia profondo il mio amore per Thunderbird. Non sono molti in effetti i programmi a cui sono rimasto fedele ben sette anni, che hanno saputo superare gli steccati delle 3 piattaforme tra cui ho saltellato1 e che mi hanno saputo soddisfare come il piccione di Mozilla, che ha saputo mantenere lucentezza nonostante le avversità del tempo, gli avanzamenti tecnologici e concorrenti sempre più validi ed agguerriti (non da ultime le Webmail di ultima generazione, come ad esempio Gmail).

Leggi tutto »

Note:

  1. Windows, Linux e quindi Mac OS X []
dicembre 2nd, 2009 @ 05:03 PM • Classificato in IMHO, NEWS • Tags: , , , , , , commenti [8]

Pronte le nuove notifiche di ubuntu Jaunty

notify-osd-screenshot

Nel suo post di oggi, il papà di ubuntu Mark Shuttleworth ha annunciato finalmente alcuni risultati del lavoro di squadra iniziato qualche mese fa sulle notifiche in ubuntu (a suo tempo è stato anche pubblicato un video-mockup di ciò che si sarebbe voluto ottenere con questo progetto).
Benchè non creda che francamente le notifiche siano mai state un grosso problema in ubuntu, sembra chei miglioramenti apportati aggiungano almeno un po’ di sano “eye candy” a Jaunty, che , stando alle affermazioni dello stesso Shuttleworth dovrebbe presentarsi al mondo con una veste grafica totalmente rivista e corretta.
Anche se la storia insegna che è meglio non crederci troppo per non rimanere delusi, spero davvero che questa volta Shuttleworth e compagni abbiano dato la giusta priorità ad un fattore che a mio avviso finora è stato fin troppo sottovalutato. È vero che l’aspetto grafico è personalizzabile secondo i gusti di ognuno e che di certo in linux non si rimane delusi per troppo tempo se il tema di default non ci soddisfa, tuttavia l’interfaccia grafica è di vitale importanza per l’ergonomia di un’applicazione o di un sistema operativo e non è un aspetto da sottovalutare anche sotto il profilo del marketing e del “sex appeal” di una distribuzione. Per molti non solo “l’abito fa il monaco”, ma il giudizio della bontà di un’applicazione passa proprio dalle prime impressioni.

Per certi versi una distribuzione è come una ragazza. Certo, è importante che sia affidabile, fedele che ci consenta di vivere la vita felici la nostra vita e che permetta di costruire qualcosa per il futuro. Allo stesso tempo tuttavia, una ragazza dev’essere anche possibilmente bella, affabile, e deve risvegliare l’ardore e l’istinto del corteggiamento nei suoi spasimanti :D …. Anche ubuntu non è diversa. Se non è bella, anche se sappiamo che insieme a lei vivremo dei momenti felici, saremo meno motivati a spendere energie per installarla e cambiare abitudini. Insomma l’amore è una componente importante per l’innamoramento e la motivazione degli switchers.

Francamente aspetto con ansia di avere qualche notizia in più sull’artwork di Jaunty, non vorrei ritrovarmi fregato ancora una volta, del resto è da prima di hardy che tutti attendono novità!

febbraio 21st, 2009 @ 05:31 PM • Classificato in NEWS • Tags: , , commenti [2]

Sperando in un 2009 di fuoco!

Brucia, Bruciaaaa!

Diciamocelo chiaramente, il 2008 dal profilo delle novità nel mondo linux è stato un anno abbastanza tranquillo. Si, c’è stata qualche novità succulenta (e ci mancherebbe, nel mondo del software libero non possono passare 365 giorni senza novità, è matematicamente impossibile!) basti pensare al rilascio semidefinitivo di KDE4, di Firefox 3 ecc. però a parte questo, trovo che rispetto a qualche anno fa l’elettrocardiogramma dell’ecosistema che ruota attorno a linux si sia leggermente appiattito. Qualche anno fa si parlava di compiz, delle frontiere dei desktop 3D, della liberazione di numerosi driver, della crescita quasi esponenziale del numero di utenti grazie al boom di ubuntu. Vi ricordate? Per fortuna il 2009 si presenta come più vitale rispetto al 2008.

Se Dio vorrà, la nave di android (che lo ricordo significa Linux sui cellulari) inizierà finalmente a cavalcare le onde e a mettere in dubbio il dominio di windows mobile e di OSX mobile nel mercato degli smartphone (ma che fine ha fatto OpenMoko?) Oltre a questo, subito nell’immediato primo quarto dell’anno, si aspetta il rilascio di Firefox 3.1 e l’attesissimo (almeno da me) Thunderbird 3. Ad aprile vedrà la luce Jaunty Jackalope, che se tralasciamo l’immagine della bestia immonda che il nome cerca di evocare, sarà probabilmente una gran bella creatura che – se Shuttleworth e soci manterranno le promesse – ci regalerà una ubuntu più scattante, più bella e più facile da utilizzare. A metà anno dovrebbe poi arrivare finalmente Google Chrome per linux, che dovrebbe rivitalizzare un attimino il panorama dei browser liberi. “Tu is megl’che uan” (cit.) giusto? Se poi gli autori di gnome faranno un buon lavoro, è ragionevole pensare che entro quest’anno verranno poste le basi almeno teoriche di ciò che dovrà essere GNOME 3.0, il che libererà molti di noi amanti del piede dal semiobbligo di passare a KDE4.0 per avere un desktop moderno e veloce. Tra le tecnologie ancora in forse ma che spero che vedano la luce durante quest’anno ci sarà verosmilmente xrandr 1.3 per il quale NVIDIA sembra promettere (finalmente!) un supporto… e se questo dovesse essere vero.. YUK… forse avremo la possibilità di configurare il monitor esterno direttamente usando le tool di GNOME e KDE. Chissà poi se questa nuova tecnologia abiliterà il supporto a hotplug? Una delle (poche) vere innovazioni in Windows Vista è quella dell’autoriconoscimento e autoattivazione di qualsiasi monitor o proiettore collegato al computer. Che sia possibile ottenere qualcosa del genere anche su Linux?

Queste sono solo alcune delle tecnologie che dovrebbero aiutare l’ecosistema di GNU/Linux a farsi strada nel 2009. E voi? Quali innovazioni aspettate di più? Secondo voi il 2009 sarà davvero migliore del 2008?

febbraio 20th, 2009 @ 06:39 PM • Classificato in IMHO • Tags: Nessun commento

Da inizio 2009 ODF approderà su MS Office!

aaa-full.jpg

Il Service Pack 2 per Office 2007 di cui ho parlato qualche tempo fa (e che per chi ancora non lo sapesse segnerà l’approdo di Open Document nella suite office di Redmond) arriverà molto probabilmente prima del previsto. Stando alle affermazioni di fonti particolarmente attendibili e vicine al mondo Microsoft, il SP2 dovrebbe sopraggiungere infatti tra febbraio ed aprile 2009, molto prima di quanto inizialmente preventivato.

L’arrivo del SP2 per Office 2007 segna una milestone importantissima nel cammino verso l’uso degli standard aperti e non solo perchè la compatibilità tra suite office concorrenti in questo modo non potrà che migliorare, ma anche perchè grazie all’implementazione di ODF nel pacchetto per l’ufficio più utilizzato al mondo la base di utenza di ODF potrà rapidamente crescere e, se il pubblico verrà correttamente informato, potremo sperare di conservare i nostri dati più a lungo grazie alla digitalizzazione e al salvataggio dei nostri documenti in un formato aperto e documentato.

ODFLogo1.jpg

Un uso  allargato di ODF contribuirà inoltre ad inasprire la concorrenza tra produttori di suite office, che si contenderanno l’utenza sempre più in base all’effettiva qualità dei programmi e non, come avviene invece oggi, in funzione di una schiavitù da formati proprietari. Questo significa che OpenOffice.org e altre suite office concorrenti dovranno darsi veramente una mossa per migliorarsi ed attrarre gli scettici mentre Microsoft, dal canto suo, forse, dovrà iniziare a riconsiderare i costi di licenza per l’utenza domestica di MS Office.

Insomma, a mio modestissimo parere, la sopraggiunta di ODF in Microsoft Office contribuirà a dare una vigorosa spinta alla concorrenza nel settore dei programmi per l’ufficio il che si tradurrà automaticamente (speriamo) in tutta una serie di vantaggi per noi utenti: compatibilità, durata nel tempo, rivigorimento del meccanismo della concorrenza con conseguente abbassamento dei prezzi. Questo ovviamente non avverrà dall’oggi al domani, il SP2 è semplicemente uno dei primi passi nella direzione giusta. Probabilmente non vedremo usare estensivamente ODF fino al rilascio della prossima versione di Microsoft Office poichè, come sappiamo, non tutti installano i service pack di office e, soprattutto, non tutti usano ancora Office 2007 la cui discussa interfaccia “Ribbon” ha diviso il popolo di windows in due fazioni.
Ciononostante l’arrivo del SP2 per Microsoft Office 2007 è certamente un’ottima notizia di cui dovrebbero rallegrarsi tutti i sostenitori dei formati aperti.

ottobre 27th, 2008 @ 11:38 AM • Classificato in IMHO, NEWS • Tags: , , , , Nessun commento

DELL lancia la nuova gamma DELL Studio, ed è subito amore ;)

Nonostante mi sia appena tolto il pensiero ed abbia finalmente acquistato un ottimo XPS M1530, non ho smesso di seguire le evoluzioni del mercato dei notebook, in particolare per quanto riguarda DELL, una casa produttrice che negli ultimi tempi, senza rinunciare alla sua fama di “produttore solidale” per quanto riguarda il mondo GNU/Linux (i computer DELL vantano generalmente un’ottima compatibilità con il pinguino), sta velocemente recuperando sul profilo del design, storicamente uno dei difetti principali degli altrimenti ottimi portatili DELL. Con l’uscita della nuova linea XPS, che si mette in diretta concorrenza con i più sciccosi portatili Apple e Sony Vaio, DELL sembra aver finalmente capito che “anche l’occhio vuole la sua parte”, una saggezza popolare che per troppo tempo il secondo produttore al mondo di computer sembrava non voler considerare.

La riprova di questa nuova sensibilità trova conferma negli ultimi prodotti sfornati da DELL: un microportatile ultrasottile con scocca in alluminio e dal peso inferiore ai 2 Kg (XPS M1330), un notebook di lusso da 15,4″ del tutto simile al fratellino appena citato (l’ XPS M1530 che come attesta Notebookreview sta letteralmente andando a ruba) e il nuovissimo DELL Studio, disponibile in versione da 15,4″ e da 17″.

Leggi tutto »

luglio 3rd, 2008 @ 10:05 PM • Classificato in NEWS • Tags: , , commento [1]
post precedenti »
Tutti i contenuti di Neffscape sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo Creative Commons Attribution non commercial share alike 3.0.
• Neffscape è un sito pensato, creato e mantenuto da Marco Boneff