Rivoluzione! GNOME-Do + Docky, Shiki Colors e Metacity!

Chi segue Neffscape Live su twitter avrà sicuramente già letto tra ieri ed oggi che molto più di qualcosa è cambiato sul mio desktop:

black-theme-thumb

Leggi tutto »

marzo 5th, 2009 @ 06:50 PM • Classificato in ARTWORK • Tags: , , , , commenti [18]

L’ultimo regalo di SUSE

desktop-1-thumb.png
…. leggete tutto prima di commentare ;)

Non è più un segreto per nessuno, credo, quanto sia grande il mio amore per GNU/Linux e in particolare ubuntu, la distribuzione user-friendly per definizione che oltre ad essere libera e gratuita risulta essere anche la più supportata (grazie alla sua splendida ed enorme comunità) la più semplice da mantenere e configurare (ubuntu non è seconda a nessuno in quanto a riconoscimento automatico dell’hardware) e anche una delle più ricche in dotazione software.

Tutte queste caratteristiche mi convinsero qualche anno fa ad abbandonare la mia vecchia SuSE, l’ultima di una serie di versioni della distribuzione tedesca che mi battezzarono introducendomi al mondo di GNU/Linux.
È vero che da quei tempi, di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia. Nel frattempo SuSE si è venduta a Novell, (la quale si è parzialmente venduta a Microsoft qualche tempo fa (ma questa è un’altra storia)), che ha fatto di SuSE il suo core business raggiungendo uno strabiliante secondo posto in classifica nella top 100 di distrowatch.

Preso atto di queste “vere verità”, ieri, preso da un raptus di malinconia, ho deciso di preparare la mia VirtualBox, caricarci SuSE 11.0 e…

Leggi tutto »

novembre 19th, 2008 @ 01:59 AM • Classificato in ARTWORK, IMHO • Tags: , , , , , commenti [10]

HowTo: forzare la minimizzazione della lista contatti di Pidgin all’avvio di GNOME

Riducimi!!!!

Per far partire pidgin ridotto nella system tray, solitamente viene usata la plugin pidgin-extprefs (che potete trovare nel vasto repository di ubuntu). Questa plugin, una volta installata e configurata permette di raggiungere parzialmente il nostro scopo.

Quindi, aprite un terminale ed iniziamo aggiungendo la plugin mancante
sudo apt-get install pidgin-extprefs
fatto? Ora configuriamola a dovere:

  1. riavviare pidgin
  2. tasto destro del mouse sull’icona di pidgin nel pannello
  3. scegliere il menù plugin
  4. selezionare la plugin “Extended Preferences”
  5. cliccare il tasto “Configura il plugin” e aggiungere un segno di spunta all’opzione “Hide Buddy list at startup”

A questo punto il grosso è fatto. Se avviate manualmente pidgin quest’ultimo partirà con la contact list minimizzata.
A causa di un errore, tuttavia, se volete avviare pidgin all’avvio della sessione di gnome e lo volete aggiungere in Sistema > Preferenze > Sessioni insieme agli altri programmi avviati automaticamente, questo sistema non funzionerà più.
È necessario agire con un workaround:

  1. Aprite gedit (Applicazioni > Accessori > Editor di testo)
  2. copia incollate nel nuovo documento di testo il seguente codice:
    #!/bin/sh
    sleep 5;
    /usr/bin/pidgin
  3. Salvate il documento nella vostra home, chiamandolo “.pidgin-minimizzato”, quindi chiudete gedit
  4. aprite la vostra home, visualizzate i file nascosti usando la combinazione di tasti ctrl+h
  5. cliccate col tasto destro del mouse sul file nascosto “.pidgin-minimizzato” che abbiamo appena creato, quindi dal menù contestuale scegliete l’opzione “proprietà”
  6. selezionate la scheda “Permessi”, quindi aggiungete i diritti di esecuzione a “proprietario”, “gruppi” ed “altri”, aggiungendo dei segni di spunta sulle rispettive caselle, quindi cliccate sul tasto “chiudi”
  7. Sistema > Preferenze > Sessioni
  8. Cliccate sul tasto aggiungi per aggiungere pidgin alla lista dei programmi d’avvio di gnome
  9. Nel campo “Nome” inserite quello che volete, ad esempio “Pidgin minimizzato”; l’importante è che all’interno del campo “comando” scriviate “sh /home/vostroutente/.pidgin-minimizzato” (ricordandovi di sostituire al posto di “vostroutente” il vostro nome utente ;) ). Quando avete fatto cliccate su OK
  10. A questo punto non vi rimane che controllare che nella lista dei programmi aggiuntivi, il programma “Pidgin minimizzato” sia correttamente “vistato”. Una volta ottenuta questa certezza cliccate sul tasto “chiudi”
  11. Fatto! Al prossimo avvio di gnome, pidgin partirà correttamente ridotto ad icona!

settembre 28th, 2008 @ 12:38 PM • Classificato in GUIDE • Tags: , , commenti [5]

Tips & Tricks: forzare la svuotatura del cestino in GNOME

Bene, di ritorno dalle vacanze rieccomi con il primo tip & trick autunnale…Ok, detta così sembra un’affermazione piuttosto strana: come si può definire “Tip & Trick” il semplice svuotare il cestino di gnome? Beh, non so se vi è mai capitato, ma a volte ciò che succede (forse per un bug del piedone) è che alcuni files si rifiutano di essere rimossi dal cestino. Capita quando smanettate con file prelevati da un CD windows o quando compilate e smanettate senza ritegno. Beh, se questo è il vostro caso sappiate che per rimuovere completamente i file dal cestino è sufficiente eliminare la cartella “Trash” come superutente (non preoccupatevi, la directory si ricreerà automaticamente al primo riutilizzo del cestino).

Di cosa avete bisogno quindi per operare? Beh, innanzitutto della nuova location del cestino (dalla versione 2.22 di gnome difatti il cestino non si trova più in ~/.Trash ma in una nuova posizione) e di un comando da sparaflesciare nel terminale. Ok, smetto di farla lunga, eccovelo :)

sudo rm -rf ~/.local/share/Trash

Ah, a proposito: bentornati su queste pagine ;)

agosto 25th, 2008 @ 09:36 PM • Classificato in GUIDE • Tags: , , commenti [4]

Elementary Carbonit, un connubio di soffici sensazioni ;)

Nelle mie peregrinazioni alla ricerca del tema “definitivo” per GNOME la mia cronica malattia  da “sommelier grafico” mi ha quest’oggi portato ad una milestone abbastanza importante:  non si tratta di un nuovo tema e non si tratta di cose mai viste sulla faccia della terra. Ciononostante mi sentirei troppo in colpa se non condividessi con voi l’entusiasmo per questa sublime combinazione di elementi capace di elevare l’esperienza informatica di un troglodita ad un’indimenticabile esperienza ancestrale.
(Pensate che il mio cervello mi abbia abbandonato del tutto? Buona intuizione, chissà cosa penserete quando avrete finito di leggere!)


(clicca sull’immagine per ingrandirla)

Ispirato allo stile Carbon a cui tanto ci ha abituati Mac OSX, Carbonit declina alcuni principi fondanti del tema ispiratore avendo l’accortezza e il buon gusto di coniugarli con i principi chiave di pulizia e semplicità tipici dello GNOME desktop Environment. Ecco perchè non troveremo obbrobriose barre di scorrimento e pulsanti in stile aqua ma morbidi pulsanti gommosi e widget capaci di trasformare il freddo cuore di kristallo di qualsiasi utente KDE in un soffice gelato cremoso.


(cliccate per ingrandire)

Ammirate i radio buttons, degustate la pienezza grafica dei checkbox, assaporate la semplicità originale delle barre dei pulsanti e del grigio dei menu che si perde nell’armoniosa ed equilibrata finezza del suo stile metacity! A completare questa sublime miscela di sensazioni, dei menù finalmente proporzionati (non ho mai capito in effetti perchè i temi gnome insistano con dei menù giganteschi, che una volta strotolati occupano la quasi totalità dello spazio verticale dello schermo!)
Questo trionfo di morbidezza, semplicità e sofisticata eleganze, ben sposa le tonalità pastellose delle finissime Elementary icons 1.7: autentiche icone GNOME che coniugano semplicità, pulizia ed eleganza in un connubio trionfale, capace di destare il fine palato di ogni vero intenditore. Ora prima che iniziate a picchiarmi eccovi i link. Abbiate pietà, stasera a quanto pare non sono del tutto in me! ;)

Buon delirio anche a voi ;)

giugno 24th, 2008 @ 11:52 PM • Classificato in ARTWORK, IMHO • Tags: , , commenti [2]
post precedenti »
Tutti i contenuti di Neffscape sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo Creative Commons Attribution non commercial share alike 3.0.
• Neffscape è un sito pensato, creato e mantenuto da Marco Boneff