Finalmente! Microsoft pubblica le specifiche dei formati binari di MS Office 2003

Era ora!! come segnala Paolo Attivissimo, Microsoft ha quest’oggi pubblicato le specifiche dei formati binari delle applicazioni MS Office (versioni pre-2007) che finora il team di Openoffice.org aveva ricostruito tramite reverse engeneering. La mancanza di queste specifiche ha sempre ostacolato le suite office alternative ad affermarsi, in quanto i documenti, per quanto compatibili, risultavano sempre “leggermente diversi”. Oggi grazie alla pubblicazione delle suddette specifiche, sarà possibile per tutti usare OpenOffice.org con una compatibilità del 100%. Aspettiamoci importanti update nella versione 3 di OOo in uscita a settembre!

luglio 2nd, 2008 @ 01:18 AM • Classificato in NEWS • Tags: , , commento [1]

Disponibile una nuova plugin ODF per Microsoft Office

 

Ora che come è noto OpenXML è stato bocciato agli esami dell’ISO, potete passare ai vostri amici windomani (in altre lingue pare che questa parola abbia significati molto simili a "masochisti") questa pratica plugin , che rende MS Office abile alla gestione e al salvataggio dell’unico formato standard riconosciuto dal comitato internazionale e indipendente dell’ISO. Ricordo che i principali vantaggi di questo formato consistono in:

  • garantita interoperabilità e compatibilità dei documenti tra OpenOffice.org, Microsoft Office e altre numerose suite office libere e proprietarie
  • accessibilità ai documenti garantita nel tempo: avete provato a riaprire un vecchio documento scritto con word o excel 4 in office 2007? Sappiate che i cambiamenti subiti dai formati .doc e .xls in questi ultimi 10 anni, fanno si che oggi tutto il vostro lavoro salvato in questi formati è andato definitivamente perso: questi documenti non si possono più aprire con le nuove versioni della suite office (ahimè) più usata al mondo e, a meno che non conserviate da qualche parte un computer dotato di questa vecchissima versione di Office, i vostri documenti sono oggi solo un ammasso di caratteri senza senso. Per evitare uno smantellamento nei prossimi 10 anni di tutta la conoscenza umana trascritta sui fogli di lavoro di Microsoft Office è stato creato ODF, un formato che non dipende da un solo produttore e non può quindi evolvere in funzione dei gusti personali di una singola azienda monopolistica.
  • migliore compressione dei documenti. Si, i documenti ODF tengono meno spazio sul computer rispetto alle controparti native di Microsofto Office (.xls .doc .ppt ecc)
  • indipendenza se vi abituate ad usare ODF, potrete essere veramente liberi di scegliere con quale suite office desiderate lavorare e cambiare senza problemi da un momento all’altro senza perdere compatibilità con i vostri documenti. Oggi molti utenti non sono liberi di scegliere i propri strumenti di lavoro perchè dipendono dal formato proprietario .doc, che appartiene alla sola Microsoft la quale è l’unica a sapere come funziona questo formato. È per questo che talvolta i documenti doc aperti con OpenOffice finiscono per essere visualizzati in modo leggermente diverso dalla controparte nativa di Microsoft. Se volete garantirvi la libertà di scegliere il programma Office che preferite anche in futuro adottate ODF e diffondete questa plugin ai vostri datori di lavoro e ai vostri amici!

Le principali migliorie di questa versione di ODF per MS Office riguardano il supporto a diverse nuove lingue, tra cui anche l’italiano. Potete scaricare la vostra copia della plugin direttamente dal sito di Sun Microsystem, che si sta occupando di creare per la comunità intera un ottimo prodotto software. Eccovi il link diretto alla pagina del download. Buon ODF a tutti!

ottobre 17th, 2007 @ 12:40 AM • Classificato in NEWS • Tags: , , , , commento [1]

Microsoft estende il controllo di autenticità anche ad Office

Il programma Genuine Advantage di Microsoft viene esteso progressivamente anche ad Office, rendendo i download gratuiti disponibili solo per gli utenti che superano il test di autenticità

Redmond (USA) – Come già fatto con i download per Windows, Microsoft ha reso acuni contenuti extra di Office disponibili esclusivamente agli utenti “in regola”. Dallo scorso venerdì, infatti, download come i template di Office Online possono essere scaricati solo se si supera il test Office Genuine Advantage, che similmente al già ben noto Windows Genuine Advantage (WGA) verifica che il prodotto in proprio possesso sia originale.

A partire dal prossimo gennaio, poi, il controllo OGA diverrà obbligatorio anche per l’accesso al servizio Office Update: le patch di sicurezza saranno ancora di dominio pubblico, ma chi non passerà il check potrà scaricarle solo in modo manuale.

Questa mossa rappresenta un nuovo passo di Microsoft nel contrastare la contraffazione dei propri software e la cosiddetta pirateria casuale, praticata soprattutto fra le mura domestiche e dei piccoli uffici.

I test OGA obbligatori si vanno ad aggiungere ai meccanismi anticopia integrati da Microsoft nei suoi due nuovi prodotti di punta, Windows Vista e Office 2007, meccanismi che, seppure non insuperabili, rendono la vita dei pirati assai più difficile.

Per venire incontro agli utenti che, in buona fede, hanno acquistato una copia contraffata di Office, Microsoft sta per avviare un programma che permette di acquistare una regolare licenza di Office ad un prezzo di favore. Al momento non vi sono ancora informazioni online sul programma, tuttavia i requisiti e le limitazioni dell’offerta sono molto simili a quelli già applicati per Windows (qui la FAQ).

ottobre 30th, 2006 @ 04:00 PM • Classificato in NEWS • Tags: , , Nessun commento

Microsoft Office potrà aprire e salvare OpenDocument

La notizia era già nell’aria da qualche giorno, ma l’impresa di Gary Edwards (uno dei membri fondatori dell’OpenDocument Fondation – http://opendocument.us) e dei suoi compagni ha già riscosso un enorme successo. L’ODF Plugin permette di risolvere uno dei limiti fondamentali della suite Microsoft: quello di poter creare, salvare o aprire files in formato ODF (recentemente accettato tra gli standard ISO/IEC 26300). Ciò significa che il formato ODF probabilmente diventerà il formato di interscambio per eccellenza della produttività aziendale (documenti, fogli di calcolo, ecc..).
L’installazione di tale plugin permette di operare su documenti ODF come se tale supporto fosse nativo in MS Office (mentre non lo è nemmeno in MS Office 2007). Niente comandi di tipo “import o export” infatti, ma semplici “open e save as..”.
Il plugin di Edwards promette davvero molto, ma al momento non è disponibile per il testing poiché è in attesa della validazione da parte degli enti governativi che ne hanno dimostrato interesse. Edwards dice comunque che c’è ancora molto lavoro da fare, perché i moduli per MS Excel e MS PowerPoint non sono ancora stati ultimati.
Edwards conclude affermando che:
"Your big mistake is following instructions Microsoft provides. You need to be looking at what Microsoft does, not what they tell you to do".

tratto da: javaopenbusiness.it

maggio 15th, 2006 @ 10:57 AM • Classificato in NEWS • Tags: , , , , Nessun commento
Tutti i contenuti di Neffscape sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo Creative Commons Attribution non commercial share alike 3.0.
• Neffscape è un sito pensato, creato e mantenuto da Marco Boneff