Android. Ora e subito.

Come molti twitteristi ormai sanno, da poco più di un mese sono diventato un affezionato utente Android. Nonostante il sistema operativo di google sia oggi l’opzione più ovvia per gli amanti del software libero in ambito mobile, per me questa scelta non è stata così scontata. Prima di tutto, come alcuni miei tweet e commenti pre-acquisto dimostrano, il mio cuore è sempre stato abbastanza freddo nei confronti di questa camaleontica creatura. La verità è che Android è tanto potente e aperto quanto frammentario e caotico. Alcune idee sono ottime, ma sul piano dell’usabilità e della presentazione grafica, Android non è certamente una punta di diamante. La mancanza di regole chiare, di un minimo controllo sulla piattaforma da parte di chicchessia trasforma il sistema operativo di casa Google in una bestia abbastanza difficile da trattare. In realtà, come si scopre indagando un po’ più in profondità, ogni produttore ha la propria distribuzione di Android, e spesso l’esperienza d’uso regalata all’utente dipende proprio dalla bontà di questa implementazione. Questo può far capire perché, prima di lanciarmi sull’acquisto di un terminale Android ho a lungo atteso l’arrivo di un’alternativa, da Maemo (che mi ispirava molto di più prima della sua fusione con MeeGo) a WebOS. L’impellente bisogno di uno Smartphone, tuttavia, mi ha convinto ad un certo punto ad optare per la soluzione più realistica. Android non è forse in questo momento la migliore piattaforma in assoluto, ma di sicuro tra quelle libere è quella che offre maggiori garanzie per il futuro. Il fatto che sia costantemente sviluppato e migliorato e le recenti e eccellenti assunzioni da parte di Google1, inoltre, fanno ben sperare in miglioramenti. Ergo: non ho comprato un terminale Android per ciò che questo sistema operativo sa fare oggi, ma nell’ottica di una prospettata evoluzione, molto simile a quella a cui abbiamo assistito negli ultimi anni con ubuntu.

Leggi tutto »

Note:

  1. giusto un mesetto fa Big G ha sottratto a Palm l’ideatore dell’interfaccia WebOS…. una ghiotta prospettiva per android! []
giugno 23rd, 2010 @ 07:00 PM • Classificato in IMHO • Tags: , , commenti [9]

Legend e Desire: cuore e potenza

La primavera, si sa, è la stagione degli amori e, in controtendenza con le previsioni meteorologiche, i miei sensi iniziano a risvegliarsi e con essi certi appetiti finora ben domati dal mio super ipotalamo.
Tranquilli. Per il momento, da bravo geek, sto parlando di pulsioni prettamente tecnologiche. Ebbene si, il Mobile World Congress di Barcellona, tenutosi in questi giorni, non ha lasciato indifferente il mio cuore hi-tech e già i primi conflitti iniziano a turbare la mia anima sensibile ;) .
Settimana scorsa HTC ha infatti rilasciato due gioielli che mi hanno letteralmente colpito e che stanno facendo vacillare l’amore mai sopito verso l’americanissimo Palm Pre Plus1. Sto parlando del bellissimo HTC Legend e il nuovo “Nexus-killer” meglio conosciuto come HTC Desire (ritratti uno dopo l’altro nelle seguenti fotografie).
Leggi tutto »

Note:

  1. a dire il vero i miei entusiasmi sono frenati dalla crescente consapevolezza del fatto che Palm ha seri problemi con l’Europa e difficilmente vedremo questo gioiello dalle nostre parti… :’-( []
febbraio 23rd, 2010 @ 04:32 AM • Classificato in IMHO, NEWS • Tags: , , , commenti [16]

Googlefonini da questo mese in Svizzera!

htc-magic-android_c

Il Googlefonino HTC Magic basato su linux
arriverà in Svizzera nel mese di giugno
in offerta con Swisscom e Sunrise!

Era ora! Per una volta nella storia i googlefonini basati su linux giungeranno in Svizzera in tempi ragionevoli e verranno offerti in bundle con abbonamenti Swisscom e (udite udite) Sunrise con pacchetti dati inclusi.

Leggi tutto »

giugno 3rd, 2009 @ 02:43 PM • Classificato in NEWS • Tags: , , , , commenti [3]
Tutti i contenuti di Neffscape sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo Creative Commons Attribution non commercial share alike 3.0.
• Neffscape è un sito pensato, creato e mantenuto da Marco Boneff