La nuova ubuntu s’ingozza di Eucaliptus e ripugna il marrone

koala

Ebbene si, dopo aver scorrazzato per i campi con la lepre cornuta questa primavera, il mondo del software libero festeggerà l’autunno rifugiandosi sugli alberi. Contrariamente ad ogni logica, tuttavia, sembra proprio che le castagne quest’anno siano condannate a rimanere nei ricci.

Karmic Koala, questo il nome in codice della nuova ubuntu, parteggia infatti per le tenere foglie di Eucaliptus, e in virtù di questo fatto pare proprio che una delle novità epocali che saluteremo con l’arrivo della nuova release coinciderà proprio con l’abbandono delle tonalità caccolose che da anni contraddistinguevano (lo scarso senso estetico del)la distribuzione più umana e più popolare al mondo. 

Dopo anni di discussioni e polemiche, sembra che il nuovo team di designer professionisti assoldati da Canonical abbia saputo convincere il papà di ubuntu che “no, il marrone non viene naturalmente e inconfutabilmente associato al cioccolato”, e che forse per il bene di tutti è meglio cambiare (cit).

Tendenze cromatiche a parte, sembra proprio che la nuova ubuntu sia decisa a fare sul serio. La versione desktop (che francamente è quella che più ci interessa quando si parla di ubuntu), presenterà numerose novità, alcune delle quali dovrebbero ulteriormente migliorare i risultati raggiunti con Jaunty.

Partiamo ad esempio dai tempi di boot che si spera possano ridursi ulteriormente fino ad infrangere il muro psicologico dei 25 secondi, tempo che ci si attende da una Ubuntu Jaunty installata su un comune netbook. A completare il quadro “boot” nel modo più appropriato aggiungiamo qualche colore e qualche animazione ottenuta probabilmente grazie a Plymouth, il sistema di boot grafico sviluppata da RedHat e già approdata da qualche mese su Fedora.

Data l’attuale tendenza che sta diffondendo linux nelle case di mezzo mondo grazie al fenomeno netbook, molta della enfasi infusa in ubuntu KK sarà rivolta a rendere il nostro Koala la creatura preferita da tutti i fortunati possessori di questi gingillosi minicomputer. Tanto per essere chiari, come risposta al geniale intuito e alla strategia dei creatori di ubuntu, la nuova creatura presenterà nella sua variante “netbook remix” un’interfaccia e un’ergonomia riveduta e corretta nonchè una compatibilità migliorata con tutti i modelli di netbook più conosciuti e famosi, come ad esempio il nuovo Dell mini.

Con Karmic Koala, assicura nuovamente il patrono di ubuntu Mark Shuttlework, inizieranno finalmente, inequivocabilmente,  certamente e di sicuro i lavori verso un complessivo nuovo look di ubuntu che si spera possa meglio rappresentare la bellezza e il profumo del succulento software libero, cucinato, speziato e sapientemente impreziosito dalla maestria e dal tocco magico degli esperti sviluppatori della distribuzione GNU/Linux più popolare.

L’annuncio di Mark Shuttleworth si conclude con l’invito a tutti gli interessati a partecipare al prossimo Ubuntu Developer Summit, che si terrà a Barcellona tra il 25 e il 29 di maggio.

L’annuncio ufficiale finora citato è pubblicato qui. Se sapete l’inglese e volete saperne di più (ad esempio della versione Server di cui ho deliberatamente scelto di non parlare) slurpatevelo da soli ;)

febbraio 22nd, 2009 @ 06:07 PM • Classificato in NEWS • Tags: , , commenti [3]

Pronte le nuove notifiche di ubuntu Jaunty

notify-osd-screenshot

Nel suo post di oggi, il papà di ubuntu Mark Shuttleworth ha annunciato finalmente alcuni risultati del lavoro di squadra iniziato qualche mese fa sulle notifiche in ubuntu (a suo tempo è stato anche pubblicato un video-mockup di ciò che si sarebbe voluto ottenere con questo progetto).
Benchè non creda che francamente le notifiche siano mai state un grosso problema in ubuntu, sembra chei miglioramenti apportati aggiungano almeno un po’ di sano “eye candy” a Jaunty, che , stando alle affermazioni dello stesso Shuttleworth dovrebbe presentarsi al mondo con una veste grafica totalmente rivista e corretta.
Anche se la storia insegna che è meglio non crederci troppo per non rimanere delusi, spero davvero che questa volta Shuttleworth e compagni abbiano dato la giusta priorità ad un fattore che a mio avviso finora è stato fin troppo sottovalutato. È vero che l’aspetto grafico è personalizzabile secondo i gusti di ognuno e che di certo in linux non si rimane delusi per troppo tempo se il tema di default non ci soddisfa, tuttavia l’interfaccia grafica è di vitale importanza per l’ergonomia di un’applicazione o di un sistema operativo e non è un aspetto da sottovalutare anche sotto il profilo del marketing e del “sex appeal” di una distribuzione. Per molti non solo “l’abito fa il monaco”, ma il giudizio della bontà di un’applicazione passa proprio dalle prime impressioni.

Per certi versi una distribuzione è come una ragazza. Certo, è importante che sia affidabile, fedele che ci consenta di vivere la vita felici la nostra vita e che permetta di costruire qualcosa per il futuro. Allo stesso tempo tuttavia, una ragazza dev’essere anche possibilmente bella, affabile, e deve risvegliare l’ardore e l’istinto del corteggiamento nei suoi spasimanti :D …. Anche ubuntu non è diversa. Se non è bella, anche se sappiamo che insieme a lei vivremo dei momenti felici, saremo meno motivati a spendere energie per installarla e cambiare abitudini. Insomma l’amore è una componente importante per l’innamoramento e la motivazione degli switchers.

Francamente aspetto con ansia di avere qualche notizia in più sull’artwork di Jaunty, non vorrei ritrovarmi fregato ancora una volta, del resto è da prima di hardy che tutti attendono novità!

febbraio 21st, 2009 @ 05:31 PM • Classificato in NEWS • Tags: , , commenti [2]

In attesa di soluzioni migliori: iPod Touch e iPhone + Virtualbox [HOWTO]

itunesvbox.jpg

Sono passati un paio di mesi da quando, proprio su queste pagine, ho annunciato l’acquisto di un iPod Touch superscontato e, nonostante avessi sperato che il problema degli hash criptati che rendono impossibile la sincronizzazione del suddetto con i player multimediali di linux sarebbe stato risolto, purtroppo mi trovo a constatare che purtroppo sul fronte occidentale non si vede ancora nulla di nuovo.

Per sopperire alla mancanza di una soluzione nativa GNU/Linux che permetta a noi utenti pinguineschi di utilizzare al meglio il nostro iPod (e con questo intendo non solo sincronizzare musica e playlist, ma anche le applicazioni, i podcast, le album art e le informazioni “genius” per le playlist automatizzate), ho deciso di pubblicare una guida per l’installazione e la configurazione di iTunes 8 in virtualbox, che resta a mio parere, l’unico metodo “realistico” che ci permette di usare il nostro iPod al 100% senza dover per forza dover jailbreakare il nostro elettrodomestico griffato (anche se io lo consiglio comunque per una valanga di altri motivi), downgradare il firmware dell’ipod e soprattutto senza dover tentare la sincronizzazione passando da una rete wireless senza ottenere alcun feedback sulla riuscita dell’operazione.

Leggi tutto »

dicembre 11th, 2008 @ 05:16 PM • Classificato in GUIDE, IMHO • Tags: , , , , commenti [10]

Che il rinnovo grafico di ubuntu sia già iniziato?

A farmi avanzare questa ipotesi sono stati i nuovi CD di ubuntu che ho trovato quest’oggi nella mia bucalettere.

PICT0002.JPG
copertina e CD più eleganti e dal look decisamente più professionale
cd2.JPG

Come potete notare, i CD di shipit sfoggiano infatti una nua nuova grafica, decisamente più caratteristica e “audace” rispetto a quella delle precedenti versioni. Uno stile senza dubbio accattivante ed attraente. Speriamo che anche il tema grafico di nuova generazione rispecchi allo stesso modo questo desiderio di rinnovamento.

Intanto non ci rimane che incrociare le dita ;)

novembre 19th, 2008 @ 01:52 PM • Classificato in IMHO, NEWS • Tags: , , commenti [12]

2 Dell inspiron mini 9 per far sognare i blogger pinguinosi :)

Si è aperto in questi giorni il mitico contest di mondolinux.org, l’aggregatore di feed internazionale e multilingue che promette di regalare ai blogger pinguinosi più fortunati due magnifici Dell Inspiron mini 9 con ubuntu preistallato.

Per partecipare, scrivono i promotori del concorso, basta possedere un blog sul software libero e opensource, postare un articolo riguardante il concorso contenente l’immagine del concorso e due link (uno alla home di mondolinux.org l’altro alla pagina del concorso) senza dimenticare di pubblicare in coda all’articolo un numero qualunque con al massimo 7 cifre.
Oltre a questo vi è richiesto di specificare esplicitamente nel vostro post a quale delle fonti presenti in mondolinux.org volete regalare un vostro voto.

Che ne so, potrebbe essere l’occasione per voi di scoprire qualche grandioso blogger internazionale1 o… per votare qualcuno come il sottoscritto, che pur non illudendosi di vincere amerebbe sopra ogni cosa stringere al petto uno di questi sbavosissimi2 netbook. ;)

Eh, si cari miei avete capito bene! Mentre il primo dei due ambiti premi verrà estratto a sorte (a questo serve il famoso numero) tra tutti i blogger “non fonti” che decideranno di partecipare, il secondo verrà assegnato alla fonte di mondolinux.org prescelta dal blogger sorteggiato. Insomma, se siete fortunati farete la fortuna del blogger da voi prescelto.
Per concludere l’iscrizione, non dimenticate di lasciare un commento in coda al post del concorso, indicando il vostro nome e la vostra e-mail.

Detto questo non mi resta che augurarvi buona fortuna.

Come ho già detto io non mi illudo di poter vincere3 ma dato che Mondolinux.org non è uno dei soliti feed a cui ci si iscrive spontaneamente4 per me è già di per sè un piccolo premio quello di comparire nella lista delle fonti assieme a tanti superblogger.

…ma questo non vi da il diritto di non votarmi :D :D :D caputo?? ;)

Note:

  1. troverete una lista completa delle fonti votabili alla pagina del concorso []
  2. nel senso che fanno sbavare []
  3. e chi potrebbe mai sperarlo quando tra le tante fonti si trovano anche Pollycoke, Ubuntista e Divilinux? []
  4. bisogna essere invitati per diventare delle fonti []
novembre 19th, 2008 @ 03:55 AM • Classificato in NEWS • Tags: , , , commenti [4]
« post più recenti      post precedenti »
Tutti i contenuti di Neffscape sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo Creative Commons Attribution non commercial share alike 3.0.
• Neffscape è un sito pensato, creato e mantenuto da Marco Boneff